Fallimento (liquidazione giudiziale) della società incorporata a seguito di fusione.

Con l’ordinanza 14414/2024, pubblicata il 23 maggio 2024, la Corte di Cassazione si è pronunciata sull’assoggettabilità o meno al fallimento, oggi liquidazione giudiziale, della società incorporata a seguito di fusione con un’altra società, affermando il seguente principio di diritto: “In tema di fusione per incorporazione, la società incorporata, qualora insolvente, è assoggettabile a fallimento, ai sensi dell’articolo 10 della legge fallimentare entro un anno dalla sua cancellazione dal registro delle imprese.”

Lascia un commento