La rinuncia alla domanda di liquidazione controllata iscritta a ruolo con richiesta di estinzione del giudizio è stata effettuata in applicazione dell’interpretazione sistematica dell’art. 43 CCII – applicabile anche alla liquidazione controllata per effetto del rinvio generale, contenuto nell’art. 270, alle disposizioni che regolano il procedimento unitario in quanto compatibili, dal quale si evince la possibilità di rinunciare alla domanda nella fase antecedente alla pronuncia della sentenza di apertura della liquidazione controllata, stante la sua collocazione nell’ambito delle disposizioni che regolano la fase del procedimento volto all’accertamento delle condizioni per l’apertura della procedura di liquidazione; “l’art. 276 CCII, nel disciplinare la chiusura della procedura già aperta, rinvia espressamente all’articolo 233, in quanto compatibile, il quale a sua volta individua tassativamente le ipotesi di chiusura”; (cfr. Trib. S. Maria Capua V. sez. III, 9 marzo 2023).

Il tribunale, in composizione collegiale, ha dichiarato l’estinzione del giudizio in quanto “non può procedersi in assenza di un’istanza di parte”;

Lascia un commento